Valanga su Rutor in Valle d'Aosta, morti 2 scialpinisti

Sono stati travolti nei pressi rifugio Scavarda in Valgrisenche

E' di due morti il bilancio di una valanga che si è staccata questa mattina nei pressi del rifugio degli Angeli al Morion, nella zona del Rutor, in Valgrisenche. Si tratta di due scialpinisti italiani, Franco Giuliano, di 67 anni, di Mezzenile (Torino) e Pietro Gilodi, di 59 anni, di Cellio (Vercelli). Secondo una prima ricostruzione, i due stavano procedendo in salita ed erano circa 100 metri sotto la vetta, a 3.400 metri di quota. La slavina si è staccata sotto i piedi del primo ed ha investito anche il secondo, mentre un terzo compagno e una guida alpina sono stati sfiorati dalla neve.
 Le vittime sono state trascinate per circa 500 metri verso un costone di roccia, da qui sono precipitati per poco meno di un centinaio di metri, subendo dei traumi mortali. I loro corpi sono stati trasportati con l'elicottero della Protezione civile all'obitorio di Courmayeur. Sull'accaduto indaga il Soccorso alpino della guardia di finanza di Entreves, che ascolterà i due testimoni. La guida alpina che li accompagnava, Nicola Viotti, di 41 anni, di Alagna Valsesia, è indagata per omicidio colposo. 

Lunedì è morta una scialpinista francese in un altro incidente avvenuto sempre in Valgrisenche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere