Cervino festeggia 150 anni,conquista italo-svizzera

Tra promotori scalatore Barmasse,quella montagna è nostra storia

(ANSA) - MILANO, 3 FEB - Per ricordare i 150 anni dalla conquista del Cervino, l'impresa, compiuta nel 1865 dagli scalatori Edward Whymper (il 14 luglio dal versante svizzero) e Jean Antoine Carrel (il 17 luglio dal versante italiano), Italia e Svizzera racconteranno insieme le sfide che hanno costellato il monte più fotografato al mondo.
    Cuore del programma, presentato oggi a Milano, per tutto l'anno e in particolare a luglio, sarà la località di Breuil-Cervinia Valtournenche, con attività alla scoperta del territorio, della sua arte, delle eccellenze enogastronomiche e attrazioni sciistiche e sportive. Il cartellone "Cervino 2015" coinvolgerà anche il comune svizzero di Zermat, la Scuola militare di addestramento alpino di Aosta e il Club alpino Italiano. Tra i promotori degli eventi, lo scalatore e guida alpina Hervé Barmasse, testimonial di Expo Milano 2015 per la Regione Valle d'Aosta. "Se una persona decide di scoprire questa montagna passeggiando o soltanto prendendo il sole, però, non sarà meno di un alpinista che compie un'impresa - ha detto oggi - bisogna far conoscere questa montagna anche per la sua parte storica, gli eventi e le attività della nostra società di guide, una delle più antiche delle Alpi". "Il Cervino è parte della mia famiglia - ha ricordato lo scalatore, di cui stanno per uscire un libro e un docu-film che narra la scalata alla Cresta del Leone insieme al padre Marco -. Attraverso il mio bisnonno, mio nonno e mio padre, ma anche i grandi alpinisti come Walter Bonatti, ho avuto la possibilità di innamorarmi di questa montagna".
    Tra gli appuntamenti più spettacolari, la replica dell' illuminazione notturna della "Gran Becca" (10-20 luglio) e lo spettacolo piro-musicale sulle guglie della montagna il 17 luglio (anniversario della prima ascensione italiana). Nella stessa giornata, le guide alpine italiane e svizzere si incontreranno sui 4478 metri della cima per celebrare una messa e stringere un patto di amicizia. Luci spente, invece, il 14 luglio, quando il Cervino sarà chiuso agli scalatori per commemorare coloro che hanno perso la vita per conquistarne la vetta. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere