Verso intesa in Usa, da Volkswagen piano da 10 mld dlr su dieselgate

Redazione ANSA

    Volkswagen si muove per chiudere lo scandalo del dieselgate negli Stati Uniti. La casa automobilistica tedesca propone - secondo indiscrezioni - un piano da 10 miliardi di dollai, che include un pagamento fino a 7.000 dollari a ognuno dei proprietari di un'auto Volkwagen coinvolta nello scandalo.

   ll piano di Volkswagen, dal valore di 10 miliardi di dollari, dovra' essere presentato entro il 28 giugno al giudice federale di San Francisco a cui fa capo la causa avviata contro Volkswagen. Il giudice dovra' valutare la proposta, insieme all'accordo del costruttore con le autorita', prima di decidere se approvarla. La cifra da pagare ai titolari di auto Volkswagen variera' a seconda dell'eta' dell'auto, partendo da un minimo di 1.000 dollari a un massimo di 7.000 dollari. L'accordo include l'opzione per i proprietari di auto di vendere a Volkswagen la propria vettura e terminare il lease in anticipo.

   L'iniziativa di Volkswagen punta a riguadagnare la fiducia dei clienti e delle autorita' dopo aver ammesso di aver truccato i test per 11 milioni di auto diesel nel mondo. Un'ammissione che e' costata il posto all'amministratore delegato Martin Winterkorn e che ha spinto Volkswagen ad accantonare 16,2 miliardi di euro per coprire i costi dello scandalo, incluse le riparazioni e le azioni legali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA