Anche giovani e nuove proposte per Uj

Accanto a grandi nomi per concerti gratuiti e "di nicchia"

Non solo grandi nomi a Umbria jazz 2018: la 45/a edizione del festival in corso a Perugia ha proposto un cartellone arricchito da diversi giovani e nuove proposte. Programmazione resa possibile grazie anche al milione di euro erogato dal governo a una manifestazione considerata d'interesse nazionale.
    Concerti "di nicchia" quelli di giovani e nuove proposte che non hanno attirato la consueta massa di spettatori, ma comunque un pubblico appassionato e attento. Appuntamenti spesso gratuiti, come quelli proposti dai due palchi nel centro di Perugia da mezzogiorno a mezzanotte.
    Tra le proposte di Umbria jazz 2018, il 18 luglio all'arena Santa Giuliana, Somi, che con una musica new african, e Benjamine Clementine, artista poliedrico che quasi fonde rock e pezzi da cantautore.
    Molti anche i giovani, come quelli del progetto Lumina, tributo alla luce con Carla Casarano, Leila Shirvani,​Marco Bardoscia, William Greco ed Emanuele Maniscalco. O i tre artisti italiani che hanno accompagnato il sassofonista americano Dan Kinzelman.
    Tra le proposte di quest'anno la Umbria jazz orchestra, formata da tanti giovani artisti locali, che ha accompagnato il concerto inaugurale di Quincy Jones e quello finale di Gregory Porter.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere