Tanti Bollini rosa per ospedali Umbria

A strutture attente a salute donna e con servizi dedicati

Sono numerosi gli ospedali umbri che hanno ricevuto i Bollini rosa che la Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, attribuisce dal 2007 alle strutture attente alla salute femminile e che si distinguono per l'offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie delle donne.
    Per decidere a chi deve andare il riconoscimento vengono valutati la presenza di specialità cliniche che trattano problematiche di salute specificatamente femminili e patologie "trasversali", i servizi volti a garantire un'adeguata accoglienza e degenza della donna (tra cui il supporto di volontari), la mediazione culturale e l'assistenza sociale.
    Tre Bollini rosa, il massimo, sono stati assegnati all'ospedale di Perugia per avere realizzato un progetto assistenziale riguardante la depressione gestito dal personale sanitario della struttura complessa di Psichiatria, diretta dal professor Alfonso Tortorella.
    Per quanto riguarda la Usl Umbria 1, Città di Castello ne ha ricevuti tre, mentre quello di Gubbio-Gualdo Tadino due. La struttura tifernate è al quarto posto in Umbria per numero di nascite con una media di circa 600 parti nel biennio 2017-'18 ed è anche sede di una della quattro Breast unit regionali nonché di un ambulatorio dedicato alle problematiche post-partum del pavimento pelvico. L'ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino ha visto, invece, 450 parti nel 2019, più 100 rispetto al 2018.
    L'Azienda ospedaliera di Terni ha ricevuto poi tre bollini rosa. Gli elementi considerati di maggiore rilevanza interessano tutto il dipartimento materno-infantile con le strutture di Ginecologia, Ostetricia, Pediatria Neonatologia e Terapia intensiva neonatale, oltre al servizio di pronto soccorso ostetrico e ginecologico con accesso diretto, il Centro salute donna (che garantisce modalità personalizzate e multidisciplinari di presa in carico e accesso unico ai percorsi di Senologia, Urologia, Ginecologia Endocrinologia), le strutture di Neurologia e Geriatria, la Reumatologia all'interno della Clinica medica e, nell'ambito del dipartimento di emergenza-urgenza, il pronto soccorso, dove è attivo il protocollo operativo di 'codice rosa' per garantire un percorso dedicato alle donne vittime di violenza.
    Due Bollini rosa sono infine andati poi agli ospedali "San Giovanni Battista" di Foligno e "San Matteo degli Infermi" di Spoleto dell'Usl Umbria 2.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere