Sanità, Terni nella Colon Mis Academy

Per sviluppare la chirurgia mininvasiva in Italia

(ANSA) - TERNI, 30 SET - L'equipe diretta dal dott. Amilcare Parisi torna a far parlare di sé. La Chirurgia digestiva e d'urgenza dell'Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni è stata infatti selezionata come centro di training nell'ambito dell'Academy di chirurgia mininvasiva del colon, la prima iniziativa formativa italiana, promossa dall'Acoi (Associazione Chirurghi ospedalieri italiani) in collaborazione con il Johnson&Johnson Institute di Amburgo con l'obiettivo di sviluppare e diffondere a livello nazionale la tecnica mininvasiva laparoscopica standardizzata nella chirurgia oncologica del colon.
    Si tratta - spiega una nota della stessa azienda ospedaliera - di un percorso di formazione avanzata e tirocinio che ha come scopo lo sviluppo di centri che oggi hanno volumi maggiori di 50 casi all'anno e il contestuale contrasto ai fenomeni di mobilità passiva del malato, andando ad ottimizzare a livello regionale l'offerta terapeutica di alta qualità e appropriatezza delle cure nel segno dell'innovazione. A Terni il primo ciclo partirà il 19 novembre.
    "Nonostante il nostro Paese annoveri strutture cliniche all'avanguardia in grado di essere benchmark virtuosi in termini di formazione, qualità delle cure e ottimizzazione dell'uso delle risorse economiche - si legge nella comunicazione dell'Acoi al direttore generale del Santa Maria di Terni Maurizio Dal Maso - la standardizzazione delle cure è uno dei più grandi problemi. Esistono infatti regioni in grande sofferenza per lo scarso sviluppo della chirurgia mininvasiva laparoscopica, che è gold standard nella chirurgia oncologica del colon", provocando un grave problema di accesso alle cure che è all'origine della mobilità sanitaria.
    Infatti, su circa 30mila interventi chirurgici per tumore maligno al colon, la seconda forma di cancro più diffusa in Italia, solo nel 35% vengono utilizzate tecniche mini-invasive, le migliori disponibili oggi, con una forbice che va da zero a settanta. Ma i programmi di formazione specialistica in ambito europeo (Lapco.Nhs.Uk, Carsep - Lims) hanno dimostrato come attraverso una corretta formazione standardizzata sia possibile incrementare l'attività chirurgica laparoscopica e per questo l'Acoi, la società scientifica maggiormente rappresentativa in Italia, ha voluto offrire una analoga opportunità a tutti i suoi soci e ha realizzato la Colon Mis Academy.
    Il progetto si articolerà in varie fasi. Sono previste lezioni frontali presso la sede dell'Acoi a Roma, attività didattica all'interno del Santa Maria di Terni e delle altre otto strutture ospedaliere coinvolte nel progetto, e ore di formazione con le nuove tecnologie presso il Johnson & Johnson Institute di Amburgo.
    Soddisfazione per la scelta dell'Acoi è stata espressa dal direttore generale dell'Azienda ospedaliera Maurizio Dal Maso.
    "Rinnovo le mie congratulazioni al dottor Amilcare Parisi e alla sua equipe - ha affermato Dal Maso - per l'inizio di questo nuovo importante percorso, che conferma ancora una volta come la struttura da lui diretta sia ormai punto di riferimento internazionale per le più aggiornate e innovative tecniche nella chirurgia oncologica digestiva. E con l'occasione ringrazio anche gli altri numerosi professionisti del nostro ospedale che, attraverso importanti trial clinici e progetti di ricerca multidisciplinari, sono sempre più conosciuti e apprezzati dalla comunità scientifica internazionale, come dimostrano anche il Summer School sulla dieta mediterranea, la cooperazione con la Cina, Esinodop e Imigastrice altro ancora". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere