Si inaugura riabilitazione a Cascia

La prima nel centro Italia dopo il sisma

(ANSA) - PERUGIA, 10 SET - A due anni dal terremoto del 2016, a Cascia apre una nuova struttura di riabilitazione ospedaliera e residenza sanitaria assistita (Rsa). La Regione sottolinea che si tratta della prima realtà sanitaria a tornare operativa in tutto il cratere del centro Italia dopo il sisma.
    L'inaugurazione è in programma sabato 22 settembre.
    La cerimonia di riapertura è inserita all'interno di un grande evento che prevede una tavola rotonda con presentazione della struttura e dei servizi sanitari, il taglio del nastro e un concerto-spettacolo di solidarietà sul sagrato della Basilica di Santa Rita, con cantanti e artisti. Lo slogan della giornata è "Cascia Riparte!".
    Le iniziative in programma e il progetto realizzato verranno presentati venerdì 14 settembre, alle 11, in una conferenza stampa a Perugia, nel Salone d'Onore di Palazzo Donini.
    Interverranno Luca Barberini, assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Mario De Carolis, sindaco di Cascia, Imolo Fiaschini, direttore generale della Usl Umbria 2, Lanfranco Castellucci, direttore dei lavori e referente del Monastero Santa Rita da Cascia, Silvia Valigi, responsabile comunicazione Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus, Letizia Nassuato, Regional Communication Manager Media Rel. & Corporate Commun. Vodafone Italia.
    La nuova struttura sanitaria - viene sottolineato ancora nella nota - è realtà grazie alla collaborazione tra Regione, Comune di Cascia, Usl Umbria 2 e Monastero Santa Rita da Cascia.
    È stata allestita nella ex Casa Esercizi Spirituali, nei pressi della Basilica di Santa Rita, messa a disposizione dalle monache del Monastero Santa Rita da Cascia e da loro adeguata a struttura sanitaria, con la solidarietà di molti benefattori e la partnership della Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus, che grazie al contributo di Fondazione Vodafone Italia ha sostenuto questo progetto, parte di un impegno più ampio nelle zone terremotate che include la costruzione già avvenuta di sette scuole, tra cui due semidefinitive realizzate dalla Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus proprio a Cascia.
    L'edificio è stato quindi acquisito in locazione dalla Usl Umbria 2. La nuova realtà sanitaria avrà a disposizione 40 posti letto, sarà specializzata nella riabilitazione, nel trattamento di persone affette da Sclerosi multipla e nell'assistenza di pazienti non autosufficienti.
    Già prima del terremoto, Cascia - ha sottolineato ancora la Regione - rappresentava un punto di riferimento nel settore, attirando pazienti da tutta Italia. Grazie a spazi più ampi e a nuove attrezzature, potrà offrire servizi ancor più all'avanguardia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere