Mons. Boccardo visita carcere di Spoleto

"Incontri con i detenuti rimarranno per sempre nel mio cuore"

L'arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo si è recato in vista nella casa di reclusione di Spoleto dove ha celebrato la messa.
    Accompagnato dal cappellano mons. Eugenio Bartoli, il presule è stato accolto dal direttore Giuseppe Mazzini che ha illustrato all'arcivescovo i numeri della casa di reclusione: 460 detenuti, di cui 85 in regime di 41 bis, e 310 unità lavorative tra polizia penitenziaria e personale civile. Grazie al contributo di tante persone - ha detto Mazzini - riusciamo a fare dei piccoli miracoli quotidiani nonostante la carenza di personale.
    Mons. Boccardo ha ricordato le tante visite ai detenuti, le diverse celebrazioni eucaristiche, in particolare per il Giubileo straordinario con l'apertura della Porta Santa anche in carcere. Ma soprattutto si è soffermato sui giorni del 2014 in cui ha incontrato uno ad uno i detenuti del 41 bis nelle loro celle. "Quei momenti - ha detto - rimarranno per sempre impressi nella mia mente e nel mio cuore".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030