Freddo nella notte nelle zone del sisma

Cascia, con 2,8 gradi, è risultata la città più fredda

(ANSA) - PERUGIA, 21 SET - Temperature invernali sulle aree terremotate dell'Umbria. Durante la notte appena trascorsa, la prima d'autunno, i valori minimi registrati dal Centro funzionale della Protezione civile sono precipitati. Cascia, con 2,8 gradi, è risultata la città più fredda. Mentre a Norcia la colonnina di mercurio è scesa fino a 5,2, a Monteleone di Spoleto 4,2. Ma il freddo stanotte si è fatto sentire anche sul resto della dorsale appenninica: a Branca di Gualdo Tadino la minima è stata di 3,7 gradi. Sulle principali città umbre la minima è stata di 10,5 a Perugia e di 11,4 gradi a Terni. A Foligno 6,7, a Gubbio 7,9, a Città di Castello 5 gradi. Sul fronte delle previsioni meteo questo sabato il cielo sull'Umbria si presenterà sereno con le temperature minime ancora in diminuzione e le massime in aumento. Domani, domenica 22 settembre, sono attese piogge sparse e locali temporali dal pomeriggio in estensione dalle zone occidentali al resto della regione.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere