Tv: cultura popolare centro confronto Salini-Confalonieri

Protagonisti incontro Cortile di Francesco ad Assisi

Hanno parlato di una Rai che "ha alfabetizzato il Paese" e di una tv commerciale che "più che culturale è stata una rivoluzione politica" Fabrizio Salini, amministratore delegato della Rai, e Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, protagonisti di uno degli incontri del Cortile di Francesco ad Assisi. "La creazione della cultura popolare di massa tra televisione e informazione online" il tema dell'appuntamento moderato da Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera. "Il servizio pubblico - ha detto Salini - ha significato la costruzione di un Paese e di una memoria collettiva. Oggi la sfida è nell'avere la capacità di innovare nella tradizione, rischiando di più e tornando a parlare a tutti, comprese le fasce più giovani". Per l'ad della Rai l'innovazione "passa per i contenuti, ma anche su come coinvolgere tramite le nuove tecnologie".

Confalonieri, parlando della tv commerciale, ha sottolineato che questa "ha avuto influenza politica perché è arrivata in un momento particolare per l'Italia alla fine degli anni '70". "Nel momento del compromesso storico e delle Brigate rosse" ha aggiunto e "ha dato impulso ai consumi". L'edizione 2019 del 'Cortile di Francesco', in programma fino al 22 settembre, ha come tema conduttore "In-contro: comunità, popoli, nazioni". Oltre 70 i relatori che si confrontano in questi giorni sui temi dell'economia, dell'ambiente, della conoscenza e formazione, dell'incontro fra comunità e popoli. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere