Umbria Jazz torna a S.Francesco al Prato

Con progetto 'Seven Dreams' commissionato al pianista Uri Caine

(ANSA) - PERUGIA, 19 LUG - Quella di stanotte per Umbria Jazz sarà l'occasione per rinnovare vecchi ricordi e lasciare immaginare nuove emozioni. Il ritorno di San Francesco al Prato tra le location del festival, con l'esecuzione del progetto 'Seven Dreams' commissionato al pianista Uri Caine, è una delle principali novità dell'edizione 2019 del festival in programma a Perugia ancora fino al 21 luglio. In questo luogo dal fascino unico, infatti, sono andate in scena notti indimenticabili del festival. Tra i concerti che hanno fatto la storia della musica quelli con la Gil Evans Band, la Liberation Music Orchestra, la Very Big Band di Carla Bley e l'orchestra di George Russell. La prima volta che San Francesco al Prato ospitò i concerti di Umbria Jazz fu nel 1987. L'ultima volta nell'edizione 1997, con l'interruzione a causa dei danni riportati dal terremoto.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere