Boccardo, macerie ancora nelle basiliche

"Si fa fatica ad accettarlo" dice vescovo Norcia

"A tre anni dal sisma le basiliche di San Benedetto e Santa Maria Argentea di Norcia sono ancora da svuotare dalle macerie e questo lo si fa fatica ad accettare": così il vescovo della diocesi Spoleto-Norcia, mons.
    Renato Boccardo, nel corso di una conferenza stampa convocata per fare il punto sul post terremoto del 2016.
    "Dentro San Benedetto - ha spiegato il vescovo - siamo al terzo lotto di lavori, mentre all'interno di Santa Maria non è stata rimossa nemmeno una pietra e sotto quelle macerie ci sono ancora tante opere d'arte da recuperare".
    L'arcivescovo ha esteso il ragionamento delle macerie anche al di là delle due Basiliche. "Sono mesi che non vengono raccolte - ha detto - perché sono scadute le convenzioni.
    Soltanto in questi giorni sembra che siano state di nuovo attivate le autorizzazioni. Adesso la speranza è che si possa procedere più speditamente per la raccolta definitiva".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere