• Umbria, arresti sanità. Marini: 'Mio interesse è cercare la verità'

Umbria, arresti sanità. Marini: 'Mio interesse è cercare la verità'

"No a strumentalizzazioni", chiede il presidente Umbria

"Indagate, andate fino in fondo", è l'esortazione di Nicola Zingaretti alla procura di Perugia, che ha colpito il Pd umbro e scosso quello nazionale. Il leader affronta la prima grana giudiziaria della sua gestione, a poche settimane dalle elezioni Europee e comunali (in Umbria in 63 centri). Presunzione di innocenza e fiducia nella magistratura sono le parole d'ordine al Nazareno, anche dal presidente Paolo Gentiloni, alter ego del segretario. Ma altri partiti chiedono il voto anticipato in Umbria, Lega e Forza Italia in testa. "La politica metta giù le mani dalla sanità", invoca invece il M5S, pur duro contro il Pd, "ora ci vuole una legge". Ieri Matteo Salvini - vincitore con il centrodestra delle ultime sei regionali - ha chiesto le urne al più presto, parlando di un'Umbria "malgovernata da troppo tempo". Oggi Zingaretti gli risponde che "bisogna andare al voto in Italia, perché questo Governo non riesce a governare".

Ma c'è il rischio per il Pd che finisca come in Basilicata: meno di un anno fa un caso giudiziario legato alla sanità, a inizio 2019 le dimissioni del governatore, elezioni anticipate e sconfitta in una regione roccaforte. Come l'Umbria. "Gli anticorpi ci sono, bisogna fare pulizia, ma preservare il 'sistema Umbria', che ha portato tante buone cose ai cittadini", dice Walter Verini, deputato di lungo corso, da ieri commissario locale Pd, del quale era già presidente. L'esponente veltroniano confida che l'inchiesta non abbia effetti sulle comunali e assicura di "non aver avuto mai sentore di aspetti giudiziari" legati alla sanità in Umbria. L'ex ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, definisce comunque la vicenda "una brutta cosa. E' inutile - spiega - che uno su questo provi a buttare la polvere sotto il tappeto".

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha dato indicazione di convocare l'unità di crisi permanente del Ministero. "Cacceremo le mele marce, subito, perché non può esserci salute senza legalità", ha affermato il ministro.

 

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere