Nas in canile Monte Argento a Terni

Carenze strutturali. Cani possono restare ma no a nuovi ingressi

Carenze strutturali sono state riscontrate dal Nas di Perugia durante un controllo all'interno del canile rifugio comunale Lai di Monte Argento, a Terni.
    In base a quanto disposto dai carabinieri, il canile continuerà ad ospitare e a gestire i 236 cani, ma non potrà ricevere altri ingressi. I cani ospitati potranno continuare a essere adottati dai cittadini.
    "Prendiamo atto del provvedimento eseguito" commenta in una nota l'assessore al Benessere animale, Elena Proietti, ricordando che nel marzo 2016 lo stesso canile era stato posto sotto sequestro.
    "Già dalla prossima settimana - annuncia l'assessore - mi adopererò per incontrare i vertice della Usl per un confronto tecnico e l'assessore regionale Barberini per illustrare l'emergenza".
    "I tecnici ci assicurano - continua l'assessore - che la situazione strutturale di oggi è assolutamente identica a quella in cui si verificò il dissequestro con il nulla osta della Usl nel novembre del 2016".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere