Pochesci, azzurri? Ci menano e piangiamo

"Se mettevamo squadra Lega Pro vincevamo" dice tecnico Ternana

"Non siamo come l'Italia che andiamo con la Svezia e ci facciamo pure menare. Oltre che una squadra di profughi ci siamo fatti pure menare e adesso rischiamo di andare a casa": Sandro Pochesci, allenatore della Ternana Unicusano, ha parlato così dell'Italia dopo lo spareggio per i mondiali. "Se mettevamo una squadra di Lega Pro vincevamo - ha sottolineato - perché la Svezia vale una squadra di Lega Pro".
    "Una volta - ha detto Pochesci - l'Italia menava e vinceva.
    Adesso ci menano e piangiamo. A portare tutti gli stranieri in Italia è successo questo, non c' è più un italiano che mena.
    Siamo diventati tutti pariolini".
    "Le primavere - ha detto ancora il tecnico - sono fatte tutte da stranieri. Basta. Il calcio è fatto dagli italiani. Questo è il campionato italiano, se no andiamo a fare quello europeo e mondiale. Andassero a prendere gli italiani e dategli l'opportunità".
    "Questi - ha concluso Pochesci - ci fanno stare fino a lunedì con il pensiero che usciamo dal mondiale, una vergogna...".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere