Displasia anca, a Terni screenig neonati

Dall'1 gennaio al 30 settembre 912 bambini sottoposti all'esame

(ANSA) - TERNI, 6 NOV - A nove mesi dall'attivazione del servizio, lo screening neonatale della displasia congenita dell'anca avviato dall'Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni evidenzia "risultati importanti", come sottolinea la stessa Azienda: dal primo gennaio al 30 settembre sono stati infatti 912 i bambini sottoposti allo screening e per 16 di questi (1,8%) è stata posta diagnosi di Dca, cui sono seguiti controlli e consulenze ortopediche con uno specialista dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, nell'ambito di una convenzione con il Santa Maria che garantisce almeno un accesso ambulatoriale mensile. Lo screening rientra nell'ambito del progetto di integrazione tra azienda ospedaliera e Usl Umbria 2 e prevede la collaborazione tra le strutture Tin-Neonatologia, Diagnostica per immagini e radiologia interventistica e i pediatri di libera scelta.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere