Cocaina in tubi edilizia,quattro arresti

Spaccio tra Todi e Marsciano, indagine dei carabinieri

(ANSA) - TODI (PERUGIA), 7 OTT - Hanno trovato cocaina dentro tubi di silicone usati nell'edilizia, svuotati del contenuto originario e riempiti con la droga, i carabinieri di Todi, nel corso dell'indagine, cominciata nel gennaio scorso, che ha portato all'arresto di quattro uomini (un imprenditore edile di Casal di Principe, un suo corregionale di Pozzuoli, entrambi residenti a Montecastello di Vibio, un tunisino residente a Marsciano e un marocchino residente a Todi). I quattro sono accusati di aver spacciato cocaina (200 i grammi sequestrati) tra il tuderte e il marscianese, per un ingente giro d'affari.
    Al centro della presunta organizzazione sarebbe stato l'imprenditore edile, capace di una fitta rete di rapporti, in contatto costante con altri campani e in grado distribuire la droga grazie agli altri tre arrestati. Tre degli arrestati sono in carcere a Spoleto, il marocchino è ai domiciliari.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere