Chiesto Tavolo nazionale su Perugina

Marini, "per sviluppo e prospettiva di occupazione"

Un confronto nazionale con la Nestlè sulla Perugina sarà chiesto al Governo da Regione Umbria e Comune di Perugia, "non sulla vertenza ma per ragionare tutti insieme, istituzioni, azienda e sindacati, su un accordo che non sia solo di efficientamento lavoratori-fabbrica ma possa mettere in campo strumenti d'investimento per ricerca e sviluppo, nuove politiche industriali e dia una prospettiva di nuova occupazione". Lo ha detto la presidente umbra Catiuscia Marini al termine del Tavolo in Regione. "Così che - ha aggiunto - quelli che oggi sono esuberi si traducano in una nuova possibilità di lavoro".
    "Siamo disponibili a ragionare - ha detto ancora Marini - su un grande parco tematico che dia valore al museo e al turismo se questo è un progetto industriale e non uno strumentino sostitutivo degli ammortizzatori sociali".
    Disponibile al confronto nazionale si è detta l'azienda, ricordando che tra un anno finirà la cassa integrazione che "ha permesso di coprire le ore di lavoro non svolte".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere