Sisma, da Sardegna 1.000 pecore a Cascia

In base ad antica tradizione denominata 'Sa Paradura'

(ANSA) - CASCIA (PERUGIA), 1 APR - Mille pecore donate dalla popolazione sarda ai pastori di Cascia. Oggi nella città umbra colpita dal sisma ne sono arrivate 780, nei prossimi giorni arriveranno le altre. Il tutto in nome di un'antica tradizione isolana legata alla solidarietà nel mondo della pastorizia, chiamata "Sa paradura", in base alla quale al pastore che perde tutte o in parte le sue pecore, gli altri pastori regalano uno o più capi per ricostituire il suo gregge. Con Cascia la "Sa paradura" ha preso sostanza per far fronte alle difficoltà che i pastori della Valnerina hanno accusato per via del terremoto e così i loro colleghi sardi, in segno di vicinanza e di aiuto, hanno pensato di donare i 1.000 capi: saranno consegnati domani pomeriggio, alle 16, in piazza Leone XIII, al comitato "Pastori di Cascia e frazioni" costituito da 38 allevatori umbri.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere