Dieci intossicati da funghi a Perugia

Tra essi un bambino con i genitori e una badante straniera

(ANSA) - PERUGIA, 4 NOV - Una decina di casi di intossicazione da funghi sono stati curati negli ultimi giorni nella struttura complessa di Medicina del lavoro dell'ospedale di Perugia. Le condizioni degli ultimi tre casi (due coniugi ed un loro ospite), sono stazionarie. Ad inizio settimana erano invece stati dimessi, dopo le cure del caso, i componenti di una intera famiglia (un bambino ed i genitori) della periferia del capoluogo umbro.
    "Il fenomeno non accenna ad arrestarsi" dice il direttore di Medicina del lavoro, professor Giacomo Muzi. Tra i casi curati, un impiegato di 50 anni, che aveva raccolto e mangiato una quantità abbondante di funghi, una badante straniera che aveva mangiato funghi in casa della donna che assiste, e tre persone della zona del Trasimeno, con sindrome gastrointestinale ad insorgenza tardiva, che hanno ingerito funghi non controllati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere