Di Girolamo 'taglia' assessori da 9 a 5

'Per ridurre costi politica ed avere decisioni più tempestive'

(ANSA) - TERNI, 2 OTT - Calano da nove a cinque gli assessori della giunta comunale di Terni: il sindaco, Leopoldo Di Girolamo, ha annunciato oggi - in una conferenza stampa - di aver tolto le deleghe all'assessore alla Cultura, Giorgio Armillei, alla Scuola, Carla Riccardi, al Commercio e Turismo, Daniela Tedeschi e all'Urbanistica Francesco Andreani, ridistribuendole tra i cinque assessori rimasti e lo stesso sindaco. "Si tratta di una riduzione consistente - ha spiegato Di Girolamo - necessaria per ridurre i costi della politica e utilizzare in altro modo quanto risparmiato. Inoltre l'accorpamento delle deleghe, ridistribuite in modo più omogeneo, porterà maggiore efficienza e tempestività nelle decisioni".
    La scelta di rimuovere i quattro assessori "tecnici", ha sottolineato ancora Di Girolamo, "risponde alla scelta di investire in chi ha una personalità politica maggiore".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA