Summer Academy per le imprese culturali e creative

(ANSA) - BOLZANO, 11 GIU - È iniziata al centro Trevi la prima Summer Academy per le imprese culturali e creative (Icc) e lo sviluppo locale. Un'iniziativa che vedrà nelle province di Bolzano e Trento la presenza per cinque giorni di circa cinquanta tra studiosi, relatori e testimoni, provenienti da oltre quindici paesi del mondo, che si confronteranno sulle condizioni e sulle politiche pubbliche che possono fare della cultura e della creatività un motore per lo sviluppo del territorio. "Il valore di fare formazione sul tema della cultura e dell'impresa - afferma l'assessore Christian Tommasini - è importante non solo per dare a questa terra un'opportunità in più, ma anche per consentire ai tanti giovani attivi sul territorio di confrontarsi apertamente e a livello internazionale con le migliori pratiche delle imprese culturali e creative". La Provincia autonoma di Trento, rappresentata da Claudio Martinelli, sottolinea "l'importanza di confrontarsi in un contesto internazionale per trarne spunti nella definizione di programmi e progetti innovativi e efficaci così come per generare sviluppo a base culturale che sia non solo economico ma anche sociale e di comunità".
    L'iniziativa, sostenuta dall'Ufficio politiche giovanili della ripartizione cultura italiana della Provincia di Bolzano e dal dipartimento cultura della Provincia di Trento, fa parte delle attività di "capacity building" internazionale del Centro OCSE di Trento per lo Sviluppo Locale e vede tra i partner organizzativi la Trentino School of Management, l'European Cultural Business Network ed il Centro Servizi Cultura e Volontariato di Bolzano. La attività si svolgeranno tra Bolzano e Trento da oggi fino a giovedì 14 giugno. Venerdì 15 giugno, invece, i lavori si concluderanno con una conferenza finale a Trento, presso la sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio aperta a tutti i cittadini previa registrazione e con relatori di livello internazionale tra cui Pier Luigi Sacco, direttore di Irvapp e consigliere speciale del Commissario Europeo per l'istruzione e la cultura. I lavori della Summer Academy si svolgeranno interamente in lingua inglese. A sessioni mattutine di analisi e studio di buone pratiche si alterneranno testimonianze e approfondimenti pomeridiani dedicati invece ai progetti che i partecipanti stessi esporranno. Uno sguardo dal mondo sulle nostre province che gli organizzatori si augurano possa portare nuova consapevolezza, nuovi strumenti e competenze per crescere e contribuire allo sviluppo sostenibile del territorio.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere