Atlante delle guerre e dei conflitti, la 9/a edizione

Sono 30 quelle in corso, 18 le situazioni di crisi

(ANSA) - TRENTO, 17 OTT - Un nuovo "Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo" - il numero nove - e una mostra fotografica con le opere vincitrici e finaliste del concorso "Wars": sabato 19 ottobre, le Gallerie del Museo Storico del Trentino, ospiteranno i due eventi che vedranno la partecipazione dei protagonisti delle iniziative: giornalisti, fotoreporter e i sostenitori dei due percorsi.
    Due iniziative che hanno come obiettivo comune il racconto del conflitto, della guerra, l'informazione corretta e puntuale di ciò che succede nel mondo, per contribuire, ciascuno per la sua parte, alla creazione della pace. 
Nell'edizione numero nove dell'Atlante, realizzata come ogni anno da un gruppo di giornalisti, fotografi e attivisti dell'informazione, si trovano le schede conflitto aggiornate delle 30 tra guerre e conflitti in corso, i focus sulle 18 situazioni di crisi, oltre alle schede collegate ad alcune macroaree interessate da tensioni e difficoltà. Ogni continente ha poi una panoramica della situazione generale dei diritti umani, mentre ad ogni conflitto è collegato un tentativo di pace: un'esperienza concreta che la società civile mette in campo per reagire alla guerra, realizzati dagli studenti del Seci e del corso di laurea in scienze politiche di Firenze guidati da Giovanni Scotto.
   Tante sono le novità di questa edizione a partire da due collaborazioni di rilievo: quella con la ong Intersos che nel volume affronta il ruolo dell'intervento umanitario in situazioni di crisi e che ha permesso la realizzazione di un grande reportage sulla guerra nella Repubblica Centrafricana. Un secondo partner è l'Associazione nazionale vittime civili di guerra, con la quale l'Atlante delle guerre sta lavorando alla sua prima versione in inglese, che uscirà nel marzo 2020.
L'Atlante numero nove può contare poi sul supporto di Acav e del laboratorio Forma Mentis, del sostegno del Comune di Empoli, dell'Anvcg e della Fondazione Finanza Etica, della collaborazione dell'Unhcr, di Amnesty International, del Centro di documentazione conflitti ambientali, di Lettera 22 e della Campagna italiana contro le mine, del contributo di Montura e InterSos, oltre alla partecipazione di Arci e Asal.
Con l'occasione verrà inaugurata la mostra 'Wars, Raccontare la guerra. Mosul e gli altri', nata grazie al contributo della Fondazione Museo Storico del Trentino e figlia del concorso fotogiornalistico internazionale rivolto ai fotoreporter professionisti, che con il loro lavoro rendono visibili gli attuali conflitti in tutto il Mondo, mettendo in luce sia le cause, sia le conseguenze della guerra. 
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Videonews Alto Adige-Südtirol

    Vai alla rubrica: Pianeta Camere