Raccolta metà alberi schiantati in Aa

Proseguono lavori nei boschi colpiti dalla tempesta

(ANSA) - BOLZANO, 18 LUG - Proseguono in Alto Adige i lavori nei "cimiteri degli alberi" dopo la tempesta Vaia dello scorso autunno. Sono stati sgomberati 800.000 metri cubi di legname (la metà del totale) di alberi schiantati, mentre dai vivai stanno arrivando oltre un milione di nuove piante. 1,5 milioni di metri cubi di legname schiantato su 5.918 ettari di territorio, pari all'1,7% della superficie boschiva totale dell'Alto Adige.
    I 2.100 proprietari dei boschi, distribuiti sugli 86 comuni colpiti dalla tempesta, da fine ottobre sono al lavoro senza sosta. Ciò anche grazie alle 463 teleferiche temporanee realizzate sul territorio, 300 delle quali nel frattempo sono state smontate. La più lunga, in Val d'Ultimo. Per svolgere i lavori in massima sicurezza, la scuola forestale Latemar ha tenuto tra gennaio e maggio 20 corsi di formazione ai quali hanno partecipato 112 persone. I due terzi degli alberi schiantati sono concentrati nelle stazioni forestali di Nova Ponente, Nova Levante, Fontanefredde e San Vigilio di Marebbe.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai alla rubrica: Pianeta Camere