Spazi per allattare in Università Trento

Il costo complessivo del progetto è stato di 18.000 euro

(ANSA) - TRENTO, 14 MAG - In sette strutture dell'Università di Trento ora ci sono gli spazi protetti per le esigenze di allattamento e di salute, come l'assunzione di terapie, di chi studia e lavora in Ateneo. All'ingresso di ciascuna sede si trova un pannello informativo che illustra il percorso "Uni&Me" da seguire per raggiungere la saletta appositamente allestita.
    Il progetto ha coinvolto diverse componenti dell'Ateneo: coordinato dall'Ufficio Equità e Diversità, è stato sviluppato dai Servizi di Architettura della Direzione Patrimonio immobiliare in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica. Questa mattina gli spazi protetti sono stati presentati ai media.
    Gli spazi protetti sono allestiti al Polo di Mesiano, a Povo (Polo Ferrari 1), a Palazzo Paolo Prodi, al Palazzo di Giurisprudenza, alla Biblioteca universitaria centrale e, per quanto riguarda Rovereto, a Palazzo Fedrigotti e Palazzo Piomarta. Il costo complessivo per realizzare i sette spazi protetti è stato di 18.000 euro.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai alla rubrica: Pianeta Camere