Carabinieri Trento smantellano banda di spacciatori

Tutti tunisini, operazione prima dell'alba

(ANSA) - TRENTO, 23 MAG - Un presunto gruppo criminale tunisino dedito allo spaccio di droga è stato smantellato dal carabinieri di Trento. I militari, una cinquantina e con cani antidroga, sono entrati in azione nel centro del capoluogo prima dell'alba per eseguire ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Trento, su richiesta della Procura, nei confronti di sette nordafricani, tutti irregolari in Italia, ritenuti responsabili di spaccio di stupefacenti. Il presunto gruppo criminale agiva soprattutto nel quartiere La Portela, da cui il nome dell'operazione. 

Per tutti gli arrestati, rinchiusi nel carcere di Spini di Gardolo, l'accusa è di detenzione di droga ai fini di spaccio. L'indagine, avviata nel settembre 2017, ha consentito ai carabinieri, grazie ad alcune segnalazioni di residenti del quartiere, di individuare, dopo mesi di osservazione, il gruppo di nordafricani presenti costantemente nella zona. Le cessioni della droga (una sessantina quelle accertate, soprattutto di marijuana e poi di hashish, eroina e cocaina) avveniva per strada vicino alla chiesa di S.Maria Maggiore. Una zona facile da raggiungere dai clienti, in gran parte giovani trentini, che arrivavano non solo dalla città ma anche dalla vicina stazione delle autocorriere. I presunti spacciatori tenevano le dosi in bocca, in modo da ingoiarle nel caso di controlli da parte dei carabinieri. 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Videonews Alto Adige-Südtirol

Vai alla rubrica: Pianeta Camere