Donna uccisa a Bressanone, fermato il marito

La salma presenta ferite da arma da taglio in più punti del corpo

Il marito è stato fermato per l'omicidio di una donna di 57 anni a Bressanone. La procura di Bolzano lo sospetta di essere l'autore del delitto e ha ordinato il fermo, si apprende da ambienti investigativi.

Il cadavere è stato rinvenuto questa notte da alcuni parenti che da giorni non avevano più notizie di lei ed hanno quindi deciso di entrare in casa dando quindi l'allarme al 112. Sul posto sono intervenuti immediatamente i carabinieri di Bressanone che, dopo un primo esame dei locali, hanno deciso di sigillare l'area in attesa dell'arrivo della squadra investigazioni scientifiche del Comando Provinciale di Bolzano. Da un primo esame la donna di 57 anni, originaria di Bressanone, presentava evidenti ferite da arma da taglio in più punti del corpo. I carabinieri hanno quindi indirizzato le loro ricerche sul marito della donna che non era in casa al momento del rinvenimento rendendosi irreperibile.

Dopo alcune ore di intense attività di ricerca gli investigatori hanno individuato l'uomo nei pressi della stazione ferroviaria di Bressanone. Fermato e condotto in caserma l'uomo è stato ascoltato dagli uomini dell'arma per alcune ore, in termine delle quali è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. La procura di Bolzano ha coordinato sul posto le attività investigative. L'uomo si trova in questo momento nel carcere di Bolzano a disposizione dell'autorità giudiziaria.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere