A rischio prima malga vegana in Alto Adige

Petizione online per salvare gestione malga Monte San Pietro

(ANSA) - BOLZANO, 12 MAR - E' stata lanciata una petizione online per salvare l'attuale gestione di malga Monte San Pietro, la prima in Alto Adige ad offrire esclusivamente piatti vegetariani e vegani. Nella patria dello speck, Alexander Bisan in questi anni si è affermato con la sua idea di un punto di ristoro in montagna nel pieno rispetto degli animali e della natura. Ora però la gestione della malga, messa in gara dalla frazione Monte San Pietro del Comune di Nova Ponente, passa a un altro offerente.
    "Utilizzando solo criteri economici - lamenta Bisan - si finisce in un circolo vizioso e si ostacola l'utilizzo di prodotti ecologici, sostenibili e solidali". Preparava infatti le pietanze con ingredienti di provenienza non solo regionale ma addirittura dei prati e dei boschi circostanti. L'ormai quasi ex gestore ricorda con rammarico anche le altre attività, come la malga didattica per bambini e le iniziative culturali. La petizione "Rette die Petersberger Leger Alm" su Change.org in poche ore ha raccolto centinaia di firme.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere