Creato nuovo algoritmo per identificare i ceppi batterici

Grazie a ricerca realizzata dalla Fondazione Mach

(ANSA) - TRENTO, 12 FEB - Un sofisticato algoritmo in grado di identificare e quantificare con precisione i ceppi batterici in un campione di microbiota è stato messo a punto dall'unità di Biologia computazionale della Fondazione Edmund Mach di San Michele. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Nature Communications.
    La metodologia proposta usa le sequenze genomiche note dei batteri per costruire un archivio delle varianti genetiche dei singoli ceppi ed è in grado, mediante sofisticate tecniche statistiche e di "machine learning" (apprendimento automatico), di identificare i singoli profili in campioni di microbioma.
    Le applicazioni di questo algoritmo vanno dalla epidemiologia delle malattie infettive alla caratterizzazione delle dinamiche della colonizzazione microbica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere