Croce bianca, promosso allarme monossido

Piccolo sensore salva persona svenuta e soccorritori

(ANSA) - BOLZANO, 6 FEB - Un piccolo apparecchio d'allertamento per il monossido di carbonio sullo zaino di soccorso della squadra della Croce Bianca di Bolzano ha probabilmente salvato la vita ad alcune persone. Appena i soccorritori sono arrivati sul luogo d'intervento in un appartamento a Bolzano, il sensore, grande come un dito, ha dato allarme. Dopo aver ventilato bene tutte le stanze una persona già priva di sensi è stata portata in salvo. Dato che il gas è invisibile, inodore e letale, l'intervento poteva avere una brutta fine.
    Solo da alcune settimane la Croce Bianca - grazie ai fondi del 5 per mille - dispone dei piccoli apparecchi di allerta per il monossido, che sono attaccati agli zaini di soccorso su tutti i mezzi di soccorso e sulle automediche. Allertano appena l'equipaggio è in pericolo di asfissia per il monossido.
    "Nessuno poteva prevedere che gli apparecchi sarebbero stati cosi presto indispensabili ed utili e avessero protetto i soccorritori da conseguenze pesanti", commenta la Croce bianca.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere