Giudice, ragazzo vada a scuola italiana

La decisione di un giudice di Padova

(ANSA) - BOLZANO, 18 MAG - I genitori sono separati, i figli affidati ad entrambi ma risiedono con la madre a Bolzano. Il padre, un medico di Padova, chiede ed ottiene dal giudice che uno dei due ragazzi frequenti le scuole di lingua italiana, al posto di quelle di lingua tedesca alle quali è iscritto. La vicenda è raccontata oggi da Tageszeitung. Il padre ha fatto ricorso al giudice lamentando che, con l'iscrizione all'istituto tedesco del figlio, egli viene di fatto escluso dalla possibilità di seguirne le vicende scolastiche. Tutte le comunicazioni, infatti, sono fatte in tedesco, lingua che il medico non capisce. Ora - scrive il giornale - il giudice ha deciso che, una volta terminate le medie in lingua tedesca, il ragazzo segua le superiori in italiano. Il diritto di iscrivere i ragazzi alle scuole italiane o tedesche - valuta il giudice - contrasta infatti con il diritto del padre a seguire adeguatamente la carriera scolastica del figlio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere