Poletti,no crescita spremendo lavoratori

Paese che lo fa è cretino. Basta precarietà, dramma nazionale

(ANSA) - TRENTO, 1 GIU - "Un Paese che pensa al futuro spremendo i lavoratori è cretino perché riduce la ricchezza, i consumi e la produzione" e non cresce. Così il ministro Giuliano Poletti, al Festival dell'economia a Trento, in un incontro organizzato nell'ambito dell'iniziativa 'Allora Crealo!'. Per anni "invece di spingere le imprese a competere in alto - ha aggiunto - le abbiamo incoraggiate a spendere sempre meno per il lavoro" con una precarietà "che era un dramma nazionale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Videonews Alto Adige-Südtirol

Vai alla rubrica: Pianeta Camere