Pimpa al fianco piccoli pazienti Meyer

Un'area giochi ispirata celebre cane a pallini nel Family Center

(ANSA) - FIRENZE, 7 OTT - "Il progetto mi ha colpito subito.
    L'ho chiesto alla Pimpa e lei ha detto 'andiamo!'". Così il vignettista e fumettista Francesco Tullio Altan, inventore della cagnolina a pallini rossi, che stamani ha raggiunto l'ospedale pediatrico Meyer di Firenze per partecipare alla conferenza stampa di presentazione di uno spazio giochi ispirato al personaggio della Pimpa all'interno del Family Center, struttura a forma di pagoda che l'ospedale sta costruendo per accogliere i bambini e le loro famiglie in attesa di ricovero in ospedale.
    L'idea di Altan è quella di progettare "un intervento su misura per le esigenze del bambino".
    Dopo l'incontro con i giornalisti, Altan ha effettuato un sopralluogo insieme al presidente della Fondazione Meyer Gianpaolo Donzelli e al dg dell'Aou Meyer Alberto Zanobini.
    "Tutto deve somigliare al salotto di casa - ha detto Zanobini -.
    L'attesa dei piccoli pazienti e delle loro famiglie deve essere gestita al meglio. Il Family Center nasce proprio con questo obiettivo. Le famiglie saranno seguite anche al momento del rientro: il centro farà da ponte tra chi lascia la struttura e chi si occuperà, una volta a casa, di continuare la cura. E la cura inizia con la Pimpa".
    Il Family Center sorgerà nel parco dell'ospedale e si svilupperà lungo 500 metri quadri divisi in due blocchi: all'ingresso, un'area di prima accoglienza e lo spazio Pimpa; in coda, sei nuclei che raccolgono tutti quei servizi - ora distribuiti in diversi punti dell'ospedale - di informazione e non solo, rivolti ai piccoli pazienti e alle loro famiglie. Il progetto rientra nell'ambito della collaborazione triennale tra Meyer e Unicoop Firenze. Intanto tutti i soci Coop possono partecipare alla realizzazione dello spazio giochi, donando 1 euro o 100 punti della propria 'carta socio' alla cassa.
    Disponibili anche il libro o la tazza della Pimpa per sostenere il progetto.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere