Emoderivati, Toscana 1/a etichetta etica

Su farmaci prodotti con plasma proveniente donazioni volontarie

(ANSA) - FIRENZE, 13 MAR - Un cuore e una goccia di sangue/plasma sovrapposti, racchiusi in un cerchio: questo il logo che d'ora in poi comparirà sui farmaci emoderivati prodotti con plasma che proviene da donazioni volontarie e gratuite. La Toscana è la prima Regione che applica questa etichetta 'etica', prescritta da un decreto ministeriale. A presentarla oggi l'assessore regionale alla salute Stefania Saccardi, la direttrice del Centro regionale sangue Simona Carli, alla presenza dei rappresentanti di Avis, Fratres e Anpas.
    Dai 69.000 litri di plasma toscano avviati al frazionamento, è stato spiegato, si producono 4,7 milioni di UI Fattore VIII, 2,1 tonnellate di Albumina, 278 kg di Immunoglobuline IV, 8,84 milioni di UI di Antitrombina III, 0,6 milioni di UI di Fattore IX, 2,3 milioni di UI di Complesso Protrombinico. Questi prodotti rappresentano, a prezzi di mercato commerciale, un valore di oltre 22 milioni di euro. La Regione, per produrli a partire dal plasma donato, spende circa 10 milioni di euro: ma se dovesse acquistarli sul mercato, sostiene, dovrebbe spendere il 50% in più. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere