OroArezzo, per distretto +5,5% export

Inaugurata da Nencini 39/a edizione salone, 600 gli espositori

(ANSA) - AREZZO, 5 MAG - Inaugurata oggi la 39/a edizione di OroArezzo, manifestazione vetrina del settore orafo made in Italy che nel distretto aretino, spiegano gli organizzatori, ha in base alle ultime rilevazioni statistiche il secondo polo italiano per esportazioni di bigiotteria e gioielleria. Arezzo, si spiega ancora, "ha chiuso il 2017 con 1,9 miliardi di export, il 5,5% in più rispetto al 2016, creando un clima di fiducia anche per i risultati attesi nel 2018. La crescita è stata determinata dall'ottimo andamento dei fatturati riferiti all'area di Hong Kong (+21,6% a/a, secondo mercato di sbocco, dietro agli Emirati Arabi Uniti, con un peso del 14,1% sul totale del fatturato estero) e sul mercato in forte sviluppo della Turchia (+22,8%), che compensano la contrazione, pur se in fase di recupero, dei paesi del Golfo".
    Ad inaugurare oggi il salone, in programma fino all'8 maggio ad Arezzo fiere, è stato il viceministro Riccardo Nencini che ha parlato del polo fieristico aretino, come di "punto strategico per l'economia della Toscana. Cercheremo di sostenerlo con politiche ad hoc - ha aggiunto - dal momento che il comparto orafo è un settore basilare per l'intero paese".
    Alla manifestazione partecipano 600 espositori che rappresentano alcune tra le eccellenze produttive dei principali poli orafi italiani. Più 450 invece sono i buyer ospitati e provenienti da tutto il mondo.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere