Fondi Ue: servizio civile in Toscana,bando per 3.150 giovani

Con risorse Por Fse, domande per selezione fino al 7 giugno

Dalle Asl alle biblioteche, dagli uffici pubblici alle cooperative, dalle associazioni del terzo settore alla protezione civile: fino al 7 giugno 2019 chi ha tra i 18 e i 29 anni ed è residente o domiciliato in Toscana può fare domanda per lavorare, per un anno, in questi e molti altri ambiti, grazie al servizio civile regionale. Il nuovo bando si inserisce nel progetto regionale Giovanisì, ed è finanziato con risorse del Por Fse - Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo - 2014-2020. Come ogni anno, l'avviso propone una serie di progetti, declinati nei diversi settori, dalla sanità all'ambiente, dalla protezione civile all'istruzione, dalla cultura all'immigrazione e pari Opportunità: in tutto quest'anno sono 512, presentati da amministrazioni pubbliche, coop e organizzazioni del terzo settore, tutti soggetti iscritti all'albo degli enti di aervizio civile regionale. Ai giovani spetta un contributo mensile di 433,80 euro.

Il servizio civile regionale, ha sottolineato il presidente della Toscana Enrico Rossi, "è ormai un appuntamento consolidato, un'esperienza di cittadinanza attiva e responsabile che mette i giovani in contatto la realtà sociale, un'opportunità per partecipare alla vita della propria comunità e fare qualcosa per gli altri. Un'esperienza formativa utile anche per chiarirsi le idee circa il futuro lavorativo, per mettersi alla prova e misurarsi con responsabilità e impegno. La Toscana - ricorda ancora il presidente -, è oggi la regione italiana in cui sono più numerosi i giovani che hanno scelto questo servizio. Dal 2011 al 2019 sono in tutto oltre 14 mila gli under 29 che hanno scelto il servizio civile regionale".

 

Per saperne di più documentazione e istruzioni per l'uso: giovanisi.it/2019/05/09/servizio-civile-regionale-bando-per-3-15 0-giovani.


   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA