Pisa in trasferta negli Usa illustra suo modello Smart city

Con Perugia e Genova,unica italiana a iniziativa su tecnologie

(ANSA) - BRUXELLES, 6 SET - Un viaggio negli Stati Uniti per mettere in mostra le proprie soluzioni tecnologiche 'smart' e promuovere future collaborazioni fra città sulle due sponde dell'Atlantico, che potranno avere un impatto economico e occupazionale direttamente sui territori italiani. È l'iniziativa che ha visto protagoniste Genova, Perugia e Pisa, unici comuni italiani ad aver preso parte settimana scorsa a Washington a un evento promosso nell'ambito dell'esposizione internazionale "Global City Team Challenge EXPO 2017" (GCTC).
    Le tre città italiane sono state incluse fra le partecipanti provenienti da Finlandia, Francia, Irlanda, Giappone, Corea del sud, Nigeria, Portogallo, Taiwan e Regno Unito. Il dibattito, al quale hanno preso parte diversi rappresentanti della delegazione dell'Ue negli Usa, ha visto la partecipazione anche della coordinatrice Ue a Bruxelles dell'European Innovation Partnership per Smart Cities, Simona Costa.
    Si è trattato del primo evento di questo genere, che punta a far nascere un solido mercato di soluzioni IoT (Internet delle cose) standardizzate, disponibili alle comunità di tutto il mondo per rispondere ai loro bisogni in quanto 'Smart Cities'.
    Il GCTC ha coinvolto più di 100 città e comunità in tutto il mondo in una partnership con altre 300 aziende, università, associazioni non-profit e agenzie governative per condividere e replicare soluzioni innovative.
    Il Comune di Pisa ha aderito all'iniziativa di Washington presentando un dimostratore dal titolo "Smart Cities Innovation hubs" promosso dalla Fondazione G. Brodolini, che punta alla riqualificazione di alcune vecchie aree industriali per creare un polo del turismo culturale e scientifico capace di attirare imprese da tutto il mondo. Hanno partecipato all'evento anche le imprese Italiane Enel Spa, Engineering Ingegneria Informatica Spa, Leonardo Spa, Maps Spa, TeamDEV.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA