Toscana Aeroporti, Cigs per 900 addetti

Dopo sospensione scalo Firenze e riduzione per quello di Pisa

(ANSA) - FIRENZE, 25 MAR - E' iniziata oggi la Cassa integrazione straordinaria per i circa 900 dipendenti di Toscana Aeroporti, dopo la sospensione dell'attività nello scalo di Firenze, e la riduzione a livelli minimi dell'operatività dell'aeroporto di Pisa, per via delle conseguenze delle misure di contrasto al Coronavirus. La Cigs, spiega la società, si aggiunge ad altre misure già adottate per la riduzione dei costi, come smaltimento delle ferie arretrate e, ove possibile, l'attivazione dello smart working. "Nei primi 23 giorni di marzo - si spiega - il traffico passeggeri di Toscana Aeroporti ha complessivamente registrato un calo del 76,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Considerata la continua e rapida evoluzione del fenomeno, al momento è difficile formulare previsioni quantitative ma è logico aspettarsi che gli impatti del Covid-19 sui risultati economico-finanziari dei primi trimestri del 2020 del gruppo Toscana Aeroporti, come del resto per l'intero settore aeroportuale, saranno di entità significativa".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie