Forteto:Fiesoli si è costituito a Padova

Sperava di scontare pena in carcere città veneta

(ANSA) - FIRENZE, 6 NOV - Rodolfo Fiesoli, condannato con sentenza definitiva dalla Cassazione per la vicenda della Comunità 'Il Forteto', si è costituito presso il comando provinciale dei carabinieri di Padova, città che ha raggiunto oggi dopo aver lasciato la rsa di Aulla (Massa Carrara) dove soggiornava da mesi. A quanto si apprende, intenzione di Fiesoli sarebbe stata quella di costituirsi al carcere di Padova per scontare la pena in quel penitenziario ma sarebbe stato convinto poi a consegnarsi ai carabinieri della città veneta. Rodolfo Fiesoli si è presentato dai carabinieri di Padova accompagnato dalla moglie, che era andata a prenderlo nella rsa di Aulla, e da lì in auto, insieme, hanno raggiunto la città veneta. Inizialmente la coppia, secondo quanto si apprende, si era diretta nel carcere di Padova ma il personale non ha ammesso la richiesta di costituirsi di Fiesoli perchè ancora non era disponibile l'ordine di esecuzione della Procura generale di Firenze. Quindi il carcere di Padova ha indirizzato Fiesoli verso il comando generale di carabinieri. Appena i carabinieri di Firenze hanno ricevuto l'atto dalla Procura generale e lo hanno girato ai colleghi di Padova, è stato possibile eseguire formalmente l'arresto del 'guru' e fondatore del 'Forteto'. La Cassazione ha emesso sentenza che conferma le condanne degli imputati, tra cui la sua a 14 anni e 10 mesi, nel processo per maltrattamenti e abusi su minori disagiati ospitati nella comunità su affidamento del tribunale dei minori. E' stata la quarta sezione penale della Cassazione a rigettare il ricorso di Fiesoli, contro la condanna nell'appello bis a Firenze, il 26 ottobre dello scorso anno, a 14 anni e dieci mesi. La decisione rende definitiva anche la condanna a 6 anni e quattro mesi per Daniela Tardani, una delle madri affidatarie, che ieri sera ha aspettato l'ordine di esecuzione del proprio arresto nella caserma dei carabinieri di Borgo San Lorenzo (Firenze) dove si è andata a costituire. Il caso Forteto era approdato in Cassazione il 22 dicembre 2017, in quella occasione la Suprema Corte aveva confermato la responsabilità penale di Fiesoli, rinviando ad un appello bis per la rivalutazione di un singolo capo di imputazione. Dopo quella sentenza, il 'guru' venne arrestato, ma poi rilasciato perché la condanna non era ancora definitiva. Fiesoli "qui non c'è più da stamattina, potete smetterla di stare davanti alla nostra struttura", hanno detto due infermiere mercoledì sera ai giornalisti saliti ad Aulla. Secondo quanto appreso, Fiesoli ha cenato l'ultima volta martedì sera nella rsa.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere