Forteto: definitiva condanna a Fiesoli

14 anni e 10 mesi al 'guru' della comunità per minori

(ANSA) - FIRENZE, 06 NOV - È definitiva la condanna per Rodolfo Fiesoli, 78 anni, il 'profeta' e fondatore della comunità Il Forteto per minori disagiati a Vicchio del Mugello, in provincia di Firenze, al centro di una vicenda di maltrattamenti e abusi.
    La quarta sezione penale della Cassazione ha rigettato il ricorso di Fiesoli, contro la condanna nell'appello bis a Firenze, il 26 ottobre dello scorso anno, a 14 anni e dieci mesi. Definitiva anche la condanna a 6 anni e quattro mesi per Daniela Tardani, una delle madri affidatarie. Il caso era approdato in Cassazione il 22 dicembre 2017, in quella occasione la Suprema Corte aveva confermato la responsabilità penale di Fiesoli, rinviando ad un appello bis per la rivalutazione di un singolo capo di imputazione. Dopo quella sentenza, il 'guru' venne arrestato, ma poi rilasciato perché la condanna non era ancora definitiva. Fiesoli però non si troverebbe più nella residenza sanitaria per anziani Sanatrix di Aulla (Massa Carrara), dove si era trasferito da qualche tempo, Rodolfo Fiesoli, 78 anni, il 'profeta' della comunità Il Forteto per cui stasera la Cassazione ha emesso sentenza che conferma le condanne degli imputati, tra cui la sua a 14 anni e 10 mesi, nel processo per maltrattamenti e abusi su minori. E' quanto si apprende ad Aulla. Fiesoli "qui non c'è più da stamattina, potete smetterla di stare davanti alla nostra struttura", hanno detto due infermiere ai giornalisti saliti in Lunigiana. Secondo quanto appreso, Fiesoli ha cenato l'ultima volta ieri sera nella rsa e sarebbe partito stamani, forse su consiglio dei legali per sottrarsi ai riflettori dei mass media. Fiesoli si era trasferito dal Mugello alla Lunigiana. Nell'abitato di Aulla è stato visto fino a pochi giorni fa.(ANSA).

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere