In ex macello Firenze nuova'casa'randagi

Inaugurata nuova sede igiene urbana veterinaria della Asl

(ANSA) - FIRENZE, 12 LUG - Riscattare un luogo di sfruttamento degli animali progettando una struttura di accoglienza, cura e ricovero. Così una parte del macello monumentale a Firenze, progettato da Giuseppe Poggi nel 1865, che in 150 di attività ha visto il sacrificio di milioni di animali, ora ospita una struttura moderna e funzionale alla gestione e alla tutela degli animali randagi. Si tratta di circa mille metri quadrati dell'immobile di viale Corsica, che hanno mantenuto l'architettura originale Lorenese, diventati la nuova sede fiorentina di Igiene urbana veterinaria della Asl Toscana centro, diretta da Enrico Loretti. Stamani l'inaugurazione con, tra gli altri, l'assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi. Sempre stamani risultavano ricoverati nella struttura cinque animali: tre cani, una volpe e una poiana.
    In Toscana è forte la presenza di animali d'affezione (un cane ogni 8 abitanti): solo nell'Asl Toscana centro ce ne sono complessivamente 170.959 di cui 28.272 nell'area fiorentina.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere