Mafia, festa in tenuta Suvignano 'libera'

Assessore Bugli, toscani se la sono ripresa

(ANSA) - FIRENZE, 23 GIU - Festa oggi a Suvignano, la grande tenuta confiscata alla mafia e dopo una lunga vicenda giudiziaria assegnata in gestione alla Regione Toscana.
    Alla tenuta, in terra di Siena, tra i comuni di Monteroni d'Arbia e Murlo e che ha aperto i cancelli per una festa che ha sancito, precisa una nota della Regione, una vittoria della legalità e della democrazia sui poteri criminali, c'erano famiglie, artisti, rappresentanti del mondo dell'associazionismo e dei produttori della zona. "Sì, ce la siamo ripresa, i toscani se la sono ripresa - ha detto l'assessore alla presidenza Vittorio Bugli, che ha seguito per il governo regionale le fasi decisive della vicenda -.
    Questo è un bene importante, nel cuore prezioso della Toscana, finito nelle mani della mafia e oggi torna finalmente ai toscani. Sarà un luogo vivo, attivo, di idee e anche di produzione.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere