Biraghi, a Udine dolore che si rinnova

Difensore ricorda Astori, ieri messa in suffragio a Coverciano

(ANSA) - FIRENZE, 20 MAR - ''Andare a giocare a Udine per noi giocatori della Fiorentina è un dolore che si rinnova ogni volta. E' normale che ci sia tristezza e il pensiero corra sempre alla tragedia di Davide''. Così un commosso Cristiano Biraghi dal ritiro di Coverciano dove ieri sera, con una messa in suffragio, è stato ricordato Astori, il capitano viola scomparso improvvisamente il 4 marzo 2018 mentre si trovava in ritiro a Udine con la sua squadra. Fra l'altro da venerdì sera l'Italia alloggerà proprio in quello stesso albergo: per Biraghi e per Federico Chiesa, l'altro giocatore viola convocato in nazionale, sarà un momento davvero toccante. ''Le emozioni che ho provato anche ieri me le tengono per me, è stata una cerimonia riservata - ha aggiunto Biraghi - La vita va avanti, per me conta ricordare sempre Davide e portare avanti i suoi valori''. Per lui e per Chiesa sarà la terza volta a Udine da quel terribile 4 marzo di un anno fa.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere