Romito manifatture lancia tinture'green'

Con chitosano e graphene. Brand espone a Pitti Uomo

(ANSA) - FIRENZE, 8 GIU - Chitosano e graphene sono le nuove frontiere di tinture e lavorazioni secondo l'azienda toscana Romito manifatture, che anticipa oggi alcuni dettagli sulla collezione primavera/estate 2019 che sarà presentata fra pochi giorni a Pitti Uomo.
    Le novitàche il marchio lucchese presenteràriguardano i processi all'avanguardia nel tingere e garantire freschezza ai tessuti rispettando l'ambiente. Il chitosano è una sostanza di origine naturale, atossica, biocompatibile e biodegradabile, ricavata dall'esoscheletro dei crostacei, che, si spiega dall'azienda, conferisce resistenza al tessuto e prevede un ciclo di tintura completo ed ecologico. Di fatto, se da una parte il graphene èun processo di customizzazione che permette di ottenere un effetto termoisolante e idrorepellente sui tessuti, il chitosano ha la capacità di svolgere una funzione di fissatore naturale del colore. Il tessuto grezzo può cosi essere tinto con pigmenti esclusivamente naturali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere