Sacchetti bio, Unicoop Firenze sceglie prezzo più basso

A un centesimo per ridurre al minimo il disagio per i clienti

(ANSA) - FIRENZE, 3 GEN - E' di un centesimo, il più basso possibile, il prezzo deciso da Unicoop Firenze per fare fronte al nuovo obbligo di legge per quanto riguarda i sacchetti bio per i prodotti sfusi dell'ortofrutta e quelli serviti al banco della carne e del pesce. Il prezzo, spiega Unicoop Firenze in una nota, copre solo una parte del costo effettivo ma l'obiettivo è quello di ridurre al minimo il disagio di soci e clienti, spingendo così anche catene concorrenti a praticare lo stesso prezzo.
    I sacchetti bio per i reparti freschi non sono in realtà una novità per Unicoop Firenze, che già da maggio 2017 ha provveduto alla completa eliminazione delle buste tradizionali sostituendole con quelle in Mater Bi di ultima generazione anche nei reparti sfusi. Per la sola ortofrutta l'introduzione del Mater-Bi risale addirittura al 2012 con la sperimentazione in alcuni punti vendita, venendo poi estesa dal 2014 a tutti i negozi.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Antonio Belsole - PEF Italia

Pef Italia, a gennaio due giornate per ripensare il futuro energetico

Attese 250 persone a Madonna di Campiglio, tra gli ospiti anche Don Mazzi e i vertici delle imprese green. L'azienda fiorentina lancia il progetto “Pef Power” per fornire energia pultia su tutto il territorio nazionale.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere