Si apparta con prostituta ma è trans

Giovane al 113, 'mi hanno truffato, voglio indietro i soldi'

(ANSA) - FIRENZE, 27 DIC - Ha fissato un appuntamento a casa di una lucciola, ma quando è arrivato e ha scoperto che si trattava di un trans ha chiamato la polizia per riavere il denaro che aveva pagato in anticipo. Protagonista della vicenda, avvenuta ieri pomeriggio in un appartamento nei pressi di piazza della Signoria a Firenze, un giovane di origine africana.
    Agli agenti ha raccontato di essersi presentato nell'appartamento all'ora fissata, e di aver pagato la cifra pattuita, circa 40 euro. Quando si sono appartati e ha però scoperto di avere a che fare con un uomo e quindi ha iniziato a protestare chiedendo di essere rimborsato. A questo punto sarebbe stato messo alla porta grazie all'arrivo di un altro uomo che ha 'soccorso' il trans. Così il ventenne africano ha contattato il 113 dicendo di essere stato truffato. All'arrivo degli agenti nell'abitazione non c'era più nessuno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere