Quattro intossicati in centro di accoglienza

Volterra, richiedenti asilo in podere gestito dalla Croce Rossa

Sarebbe stato un braciere improvvisato, e lasciato acceso, a provocare la lieve intossicazione di quattro migranti, originari di Mali e Costa d'Avorio, la notte scorsa in un centro di accoglienza gestito dalla Croce Rosa di Volterra (Pisa). I quattro sono stati portati in ospedale. Non è ancora chiaro il motivo per cui gli stranieri, in violazione delle regole interne alla struttura, abbiano acceso un braciere. Tra l'altro, sembra che prima di chiedere aiuto abbiano provato anche a farlo sparire. Per accendere il fuoco è stato impiegato un secchio come contenitore. Il centro, ristrutturato dalla Croce Rossa per ospitare richiedenti asilo, è costituito da sei camere e uno spazio comune e accoglie in totale 25 persone. Dopo l'incidente della notte scorsa, la struttura è stata temporaneamente chiusa e 21 persone sono state trasferite a Pisa. In corso le verifiche dei vigili del fuoco per accertare che gli impianti di riscaldamento funzionino correttamente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Antonio Belsole - PEF Italia

Pef Italia, a gennaio due giornate per ripensare il futuro energetico

Attese 250 persone a Madonna di Campiglio, tra gli ospiti anche Don Mazzi e i vertici delle imprese green. L'azienda fiorentina lancia il progetto “Pef Power” per fornire energia pultia su tutto il territorio nazionale.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere