Antologica Dazzi nella sua Carrara

Oltre 80 le opere esposte al Cap fino al 30 aprile

(ANSA) - CARRARA (MASSA CARRARA), 16 MAR - Approda a Carrara, dopo la Capitale, la mostra 'Arturo Dazzi 1881 - 1966, Roma-Carrara-Forte dei Marmi', antologica del maestro che nella città toscana era nato e tenne cattedra all'Accademia di belle arti fino al 1956. Oltre 80 le opere esposte dal 17 marzo al 30 aprile al Cap, Centro arti plastiche.
    La mostra, curata da Anna Vittoria Laghi, racconta Dazzi attraverso i legami privilegiati che coltivò con tre città italiane: Carrara appunto, Roma cui l'artista deve popolarità e successo e Forte dei Marmi, il buen retiro dove lo stesso lavorò ad alcune tra le sue più importanti opere monumentali e dove, infine, coltivò la pittura. Carrara ospita la versione più completa dell'esposizione, raccogliendo anche opere di privati che hanno concesso quadri mai esposti al pubblico oltre a sculture, gessi, dipinti e disegni già presenti a Roma e provenienti da Carrara, dalle collezioni dell'Accademia di Belle Arti, dalla Fondazione Cassa di Risparmio e dagli eredi Dazzi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere