Unioni civili: 1/a coppia gay a Firenze

Nardella, per la città è giorno libertà. Con legge passo avanti

(ANSA) - FIRENZE, 11 AGO - Prima unione civile celebrata a Firenze, proprio nel giorno della 72/a ricorrenza dalla Liberazione della città: protagonisti del rito, celebrato dal sindaco Dario Nardella nella Sala Rossa di Palazzo Vecchio (la stessa tradizionalmente dedicata ai matrimoni), i Toscani Mauro Mori, 43 anni, e Michele Lorenzini, 47. Ad accompagnare il rito, nella sala gremita (anche di fotografi, giornalisti e videocamere), l'Inno alla gioia di Beethoven. "Abbiamo voluto espressamente che questa sala fosse anche lo spazio per celebrare le unioni civili, in modo da dare la giusta solennità a questo momento - ha detto Nardella - E sono grato a Mauro e Michele per aver scelto con me questo giorno: a Firenze è il giorno della libertà". Al termine, Michele e Mauro si sono abbracciati e Nardella ha scherzato: "Mi raccomando, se litigate chiamatemi". "Certo, tutto questo non ci cambierà la vita, perchè stiamo insieme da 20 anni e continueremo nello steso modo, ma siamo orgogliosi", hanno detto i due neo sposi.

Dopo la loro unione, il sindaco Nardella ne ha celebrata una seconda: anche in questo caso si è trattato di una coppia di uomini, entrambi toscani, Mauro Sottili, 69 anni, e Davide Caniglia, 44.


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere