Dipendenti Guess a Belen, 'aiutaci tu'

Dicono no a delocalizzazione in Svizzera

(ANSA) - FIRENZE, 23 MAR - I lavoratori Guess di Firenze fanno appello a Belen Rodriguez, testimonial del brand, perché aiuti a rendere pubblica la loro preoccupazione: l'azienda ha infatti deciso di delocalizzare in Svizzera l'intero comparto stile e prodotto. "Abbiamo chiesto a Belen di solidarizzare con noi aiutandoci a rendere pubblica la nostra situazione", racconta in una nota Cgil Sara Pratesi, una delle 90 dipendenti a rischio licenziamento, intervenuta in radio al programma "Stanza Selvaggia" su M2o. "A lei - ha aggiunto - non chiediamo di prendere una posizione o di compromettere in qualche modo il suo rapporto con i vertici aziendali, né di rinunciare al suo contratto. A Belen abbiamo chiesto solo di solidarizzare con noi aiutandoci a rendere pubblica la nostra situazione". I lavoratori, al momento in assemblea permanente, hanno anche inviato una lettera aperta all'amministratore delegato di Guess, Victor Herrero, per sensibilizzarlo sulla loro situazione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere